Restauro

Il restauro del monumento non può non partire dalla conoscenza storica dell’edificio attuata presso archivi e biblioteche ma anche direttamente sul monumento attraverso la lettura dei diversi elementi che lo compongono. Queste operazioni, che presuppongono sensibilità e conoscenza, sono alla base delle scelte progettuali che daranno corpo, anche in itinere dei lavori, al progetto di restauro.

Il restauro architettonico è oggi riconosciuto a fondamento di ogni intervento che riguardi il patrimonio artistico ed ambientale, come operazione culturale finalizzata all’ acquisizione di conoscenza e al recupero di identità.

Esso è l’insieme di attività intellettuali, creative e tecniche che hanno lo scopo di assicurare la durata degli edifici storici, operando con gli opportuni mezzi tecnici per sottrarli alle minacce dell’invecchiamento e riportarli all’antico splendore al fine di preservarne il messaggio di storia e di cultura (tecnica, costruttiva, scientifica) che ci è stato tramandato,

Oggi, in Italia, le opere di restauro e conservazione sono in netto aumento, avendo ormai superato le costruzioni di nuovi edifici. Lo stesso trend si registra anche negli altri paesi europei. Da tempo, infatti, l’Unione Europea riserva sempre maggiori risorse finanziarie alla tutela, alla conservazione e al restauro dei beni architettonici e degli immobili sottoposti a tutela.

L’esperienza maturata nel campo del restauro attraverso la realizzazione di interventi consente di offrire professionalità e competenze in un settore che pretende tali caratteristiche.