Item Details

Oggetto d’arte, la cappella rappresenta  il simbolo di identità  e di agiatezza terrena e nel contempo costituisce un luogo sacro di riflessione e di memoria.
Per il progettista è un inequivocabile momento di rappresentazione del proprio stile. Di fatti le dimensioni spesso ridotte di questi momumenti incardinano la semantica e gli abachi di espressione dell’architetto.
La “cappella gentilizia in Nola” è composta da un ipogeo e da un apogeo. La spazialità interna è stata condizionata dai vincoli dimensionali imposti dai regolamenti comunali e dalla superficie del lotto che di fatto hanno limitato la possibilità di articolare una distribuzione interna più complessa.
La facciata si sviluppa attraverso un disegno lineare lungo l’intero perimetro del monumento. L’elemento caratterizzante il progetto è la “copertura sospesa” che allude al significato intrinseco nella funzione della cappella gentilizia. Le pareti si interrompono e la soletta di copertura sembra separarsi dalla struttura lungo il suo perimetro risultando così evidentemente sospesa. Questa soluzione ha consentito altresì di modulare e definire il tipo di luce da far filtrare nell’apogeo. La luce filtra dal nastro perimetrale superiore e piove verso il basso in maniera indiretta e diffusa.


  • Client: Informazione non disponibile
  • Skills: ,
  • Author Name: Maurizio Barbato
  • Author URI: http://www.mauriziobarbato.it
  • Release Date: novembre 2015